A Miasino 'Visibile e Invisibile', un corso di tre giorni con il critico cinematografico Bruno Fornara

miasino -

Torna il consueto appuntamento autunnale con il critico cinematografico Bruno Fornara. Quest'anno si parlerà di Visibile e invisibile. Il corso, organizzato dall’Associazione Culturale Asilo Bianco, si terrà a Miasino, presso la scuola primaria, la sera di venerdì 16 novembre, il pomeriggio di sabato 17 e la mattina di domenica 18.

Il corso sarà un viaggio lungo il cinema che si vede e dentro il cinema che lo spettatore non vede: dentro l'imprevista possibilità del cinema di oltrepassare il confine di quello che mostra. Cinema: strumento endoscopico. Ci accompagneranno tanti bei nomi dei 120 anni del cinema. Hawks, Lynch, Eastwood, Cuarón, Lang, Antonioni, Leigh, Welles, Mizoguchi, Preminger, Powell, Edwards, Carpenter, Ophuls, Dreyer...

Il cinema, arte e tecnica della visione, è una macchina che guarda e fissa ciò che ha visto. Realizza il sogno di catturare un evento nella sua durata. Registra una situazione nel tempo. Questo fecero i Lumière. Come disse André Bazin, "il cinema è la mummia del movimento". È movimento mummificato: un bell'ossimoro.

È anche altro. Non si accontenta del visibile. Vuole filmare l’invisibile. Cominciò a farlo Georges Méliès. Non registrava il mondo: faceva il prestigiatore, inventava ciò che non esiste se non nella fantasia. Méliès vuole essere mago. Il fantastico, invisibile ai nostri occhi, diventa visibile sullo schermo. Dopo di allora c'è sempre stato chi ha voluto ridefinire i confini tra visibile e invisibile. Si può vedere oltre? Il cinema si mostra sempre tutto intero o, per gran parte, si nasconde? Il cinema lascia che sia lo spettatore a cercare qualcos'altro dietro le immagini.Questi gli orari della rassegna che ha un costo d'iscrizione di 50 euro:

Venerdì 16 novembre - 20.30 - 23.00

Sabato 17 novembre - 15.00 - 18.30

Domenica 18 novembre - 10.00 - 13.00

 

Ricerca in corso...