A Novara il documentario “Ti porto io”, storia di 2 amici sul Cammino di Santiago nonostante la disabilità

novara -

Il 4 dicembre alle 20 e alle 22 è in programma al Cinema Araldo di Novara, in via Maestra, 12, la proiezione del documentario “Ti porto io”, patrocinato da Aisla, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, e distribuito in Italia da Mescalito Film. “Ti porto io” racconta la straordinaria storia di Patrick e Justin che riescono a completare il Cammino di Santiago nonostante la disabilità. Justin infatti è in sedia a rotelle e Patrick, suo amico, accetta la “sfida” di portarlo fino a Santiago di Compostela a piedi. In occasione di entrambe le proiezioni – ore 20 e ore 22 – interverrà l’avvocato Alessandro Fabbri, che collabora come consulente legale al Centro di Ascolto di AISLA, il servizio gratuito di consulenza che l’associazione mette a disposizione delle persone con SLA e delle loro famiglie (02/66982114).

Ti porto io” è un ritratto intimo e un viaggio epico che esplora il vero significato dell’amicizia e il potere della comunità. Tutto ha inizio quando Patrick accetta una proposta pazzesca: portare il suo migliore amico Justin, costretto a vivere su una sedia a rotelle, per tutti i famosi 800 chilometri del Cammino di Santiago. Il risultato? Un film documentario, che illustra la loro impresa, il loro pellegrinaggio. “Ti porto io” non è soltanto la storia di un uomo “normalmente” abile che ne spinge un altro “diversamente” abile su una sedia a rotelle per 800 chilometri. È anche la storia di due amici che hanno trascorso tutto il tempo del loro viaggio a “spingersi” a vicenda a essere persone migliori. Attraverso il loro coraggio e la loro dignità, Justin e Patrick ci ricordano che siamo più forti insieme che da soli. La regia è firmata dai protagonisti della storia: Justin Skesuck, Patrick Gray.

 

 

 

Ricerca in corso...