A San Maurizio d'Opaglio 'Quel che l'acqua nasconde', quarto appuntamento della rassegna Vado a Teatro!

san maurizio d'opaglio -

A San Maurizio d'Opaglio quarto appuntamento per la stagione 2018-19 di Vado a Teatro! Venerdì 16 novembre, alle 21, al Teatro degli Scalpellini, va in scena 'Quel che l'acqua nasconde. Torino 1968-78 della compagnia Tangram Teatro. Uno spettacolo liberamente tratto dal romanzo 'Quello che l’acqua nasconde' di Alessandro Perissinotto

Nel romanzo di Perissinotto e nello spettacolo vediamo Edoardo Rubessi, un genetista di fama mondiale in odore di Nobel, che dopo trentacinque anni trascorsi negli Stati uniti torna a Torino e incontra un Vecchio, legato ambiguamente al passato dello scienziato, che mette a soqquadro la sua nuova vita. Ed ecco riemergere gli anni di piombo; i dolori e i misteri imprigionati per decenni uscire come un soffio violento che porta il protagonista a ripercorrere un viaggio nella Torino del periodo 1968-78, ad esplorarne le memorie rimosse e a riflettere sugli errori commessi.

"Tra la fine dei 60 e lungo tutti i 70 del Novecento Torino visse anni brutti. Di piombo, furono definiti, segnati da terrorismo assassino, sequestri di persona, manicomi-lager che la legge Basaglia avrebbe tentato di bonificare e cancellare. Su quegli anni complicati, su quella svolta tremenda del tempo e della vita, Alessandro Perissinotto ha pubblicato con Piemme nel 2017 un libro bello e strano: un po’ romanzo e un po’ no, un po’ giallo e un po’ cronaca. Il titolo è 'Quello che l’acqua nasconde' che ha ispirato Ivana Ferri nella messa in scena di uno spettacolo altrettanto forte e non meno ambiguo. Lo spettacolo ha un ritmo martellante, anche quando sembra voler alleggerire la tensione con le canzoni e i filmati d’epoca. Il destino duro di Edoardo s’intreccia con alcune vicende-simbolo della città: l’incendio terroristico del caffè 'L’angelo azzurro' con la morte di un giovane, ignaro muratore: Roberto Crescenzio (la descrizione di Perissinotto è da antologia); il degrado umano nel manicomio di Collegno, dove veniva represso anche l’atto liberatorio del mettersi a cantare, e poi l’ingresso di Edoardo in un gruppo eversivo fino a un tragico epilogo”.

Lo spettacolo ha debuttato nel maggio 2018 al Teatro Gobetti di Torino nell’ambito della stagione teatrale del Teatro Stabile di Torino-Teatro Nazionale.

Revisione drammaturgica e regìa: Ivana Ferri. Con Lorenzo Bartoli, Valentina Virando, Bruno Maria Ferraro, Lorenzo Paladini AlessandroFederico e la voce di Michele Di Mauro

Luci e scene: Lucio Diana. Produzione: Tangram Teatro

La stagione Vado a Teatro! è sostenuta da: Fondazione Piemonte dal Vivo-Ministero per i Beni e le Attività Culturali-Regione Piemonte, Istituzione Museo del Rubinetto, comune di San Maurizio d’Opaglio. In collaborazione con la rassegna Concentrica.

Biglietto unico 10 euro. Spettacolo in abbonamento. Informazioni: info@teatrodelleselve.it, 339 6616179

Ricerca in corso...