Centri per l'impiego, si conclude il processo di trasferimento del personale

torino -

Dal 1 novembre 2018 i 401 dipendenti dei centri per l’impiego piemontesi, in precedenza in capo alle province e a Città Metropolitana, sono inquadrati in via definitiva all’Agenzia Piemonte Lavoro (o alla Regione stessa con distacco all’Agenzia, a seconda dell’opzione esercitata),con uguale trattamento giuridico e salariale rispetto a quello dei dipendenti regionali. Lo prevedono due delibere approvate nell’ultima giunta regionale, su proposta  del vice presidente Aldo Reschigna, dell’assessora al Lavoro Gianna Pentenero e dell’assessore al Personale Giovanni Maria Ferraris.

I provvedimenti formalizzano i contenuti dell’accordo sindacale del maggio scorso. “Con le delibere approvate oggi, giunge a compimento il percorso di riorganizzazione dei centri per l’impiego avviato nei mesi scorsi che individua nell’Agenzia Piemonte Lavoro l’ente di riferimento per le politiche attive del lavoro”, commentano gli assessori Reschigna, Pentenero e Ferraris. “Questa definizione del quadro giuridico-normativo, seppur necessaria – aggiungono -, non è tuttavia sufficiente per permettere ai centri per l’impiego di svolgere a pieno il loro fondamentale ruolo. Occorre che, come promesso dal livello centrale, la Regione sia messa nelle condizioni di operare un forte rafforzamento delle risorse umane, delle infrastrutture e delle dotazioni tecnologiche dei centri stessi”.

 

 

 

Ricerca in corso...